Natale in casa Cupiello - TeatroMio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Natale in casa Cupiello

Con molta modestia mi sono avvicinato a quest'operazione, che ritengo rischiosa e delicata.

Sebbene abbia trovato il coraggio di mettere in scena un testo eduardiano rimane sempre la paura di cadere nell'imitazione o di stravolgere addirittura il significato drammaturgico del testo.


Natale in casa Cupiello, infatti, al di là della storia, del fatto, nasconde un meccanismo teatrale preciso, perfetto; le battute che alla prima lettura possono sembrare semplici e interpretabili con sinonimi o altre frasi dello stesso significato, sono una trappola continua, nessuna parola sta lì per caso, come ce ne potrebbe essere un' altra qualsiasi, ognuna di esse ha il suo significato, il suo scopo, all'interno della struttura drammaturgica.


Nella nostra messa in scena abbiamo cercato di non commettere nessuno di questi errori, anche se ne abbiamo dato un' interpretazione originale, modificando le scene (una per tutti e tre gli atti) e qualche battuta, cercando inoltre di dare un taglio più veloce alla recitazione.

Sperando di non aver profanato la sacralità di un tale capolavoro e consapevoli di aver lavorato bene attendiamo fiduciosi il giudizio del pubblico.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu