Processo al gatto con gli stivali - TeatroMio

Vai ai contenuti

Menu principale:

Processo al Gatto con gli stivali
Lo Spettacolo

Oggi, piccoli amici, assisterete ad uno spettacolo del quale farete parte voi stessi. No, non temete, niente di particolarmente difficile, è solo che siccome non abbiamo trovato tutti gli attori, in qualche punto avremo bisogno di voi, o meglio di qualcuno di voi. Ci aiuterete dal vostro posto, o addirittura venendo in scena, con suggerimenti, indicazioni e infine…udite, udite, giudicando voi stessi il Gatto.
Si, proprio così, perché come vedrete, in questo “Processo”, il Gatto troverà dei giudici un tantino scioccherelli e per quanto si sforzeranno non riusciranno stabilire se “Il gatto con gli stivali” dovrà essere giudicato colpevole o innocente. La favola è famosa e senza dubbio ve l’avranno già raccontata, ma in questo spettacolo noi abbiamo immaginato che il gatto sia stato accusato di avere imbrogliato il Re per far sì che il suo padrone , povero, sposasse la ricca principessa.
Il “gattaccio” però, davanti alla “corte” si presenta senza uno straccio di avvocato e che cosa inventa? Si difende da solo, facendo vivere ai giudici stessi , interpretandoli, i fatti che lo portarono ad agire in quel modo. Nello spettacolo, quindi, vedrete che, aiutati dalla vostra fantasia, gli attori saranno “giudici” e poi …mugnaio, cuoco, re, principessa,….orco. Ah, se la vostra fantasia non bastasse, sarete aiutati da scene,  musiche, luci, parrucche, trucchi e costumi.
Alla fine vogliamo proprio vedere se questo “Gatto” sarà “Innocente “ o “Colpevole”. In che modo? Semplice: questi cartoncini che vi hanno distribuito sono Rossi da un lato e Verdi dall’altro. Quando i giudici ve lo chiederanno, mostrate loro il lato Rosso se pensate che il “gatto “ siacolpevole o il lato Verde se lo ritenete innocente. Ma mi raccomando, siate giusti nel giudicare.  Buon divertimento.

Note di Regia
Pubblico ministero, cancelliere, giudice : un processo con tutti i canoni. Ma a chi? Incredibilmente al Gatto con gli stivali, accusato di aver spacciato il mugnaio per Marchese; anche difendendosi da solo, con uno stratagemma, il protagonista riesce a risolvere la situazione coinvolgendo gli stessi avvocati in una favola assolutamente fuori dalle righe.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu